L'anagrafe degli equidi


L’anagrafe equina è stata istituita dalla Legge n.200 del 1 agosto 2003 e successivamente regolamentata dai D.M. 5 maggio 2006 e 9 ottobre 2007 del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministero della salute ed ha le seguenti finalità:

a)tutela della salute pubblica e tutela del patrimonio zootecnico (costituzione e  funzionalità della rete di epidemiosorveglianza);

b)tutela economica e valorizzazione del patrimonio zootecnico;

c)fornire il basilare supporto per trasmettere informazioni al consumatore di carni di equidi e consentire un’etichettatura adeguata e chiara del prodotto;

d)assicurare la regolarità delle corse dei cavalli nonché garantire efficienza ed efficacia nella gestione dei controlli sulle corse stesse;

e)prevenire e controllare il fenomeno dell’abigeato.

Al fine di accelerare l’attivazione dell’anagrafe nazionale degli equidi, sia pure in forma temporanea e semplificata, con circolare n. 1 del 14 maggio 2007 il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha incaricato l’AIA di procedere con le attività di identificazione degli equidi. Per  gestire correttamente tale attività su tutto il territorio nazionale, l’AIA ha sviluppato procedure informatiche tra cui questo sito.

Il sito AIA consente la consultazione dei dati raccolti dall’anagrafe temporanea e dai Libri genealogici e Registri anagrafici tenuti dalla stessa AIA e da talune Associazioni Nazionali sue socie.

per informazioni, modulistica e tariffe vai al sito   www.anagrafeequidi.it

 

 
goldpharm.netbuy levitra online