La Filiera Ippica Toscana

Il 5 settembre 2005 è stata costituita l'Associazione senza scopo di lucro denominata Filiera Ippica Toscana "F.I.T.". Soci fondatori dell'Associazione sono Toscanallevatori, l'Associazione Regionale degli Allevatori, la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Pisa, la F.I.S.E. e Alfea S.p.a. la Società di gestione dell'Ippodromo di San Rossore.Ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica il 6 aprile 2011 e risulta iscritta al registro regionale col n. 770.

 

L'Associazione Filiera Ippica Toscana si propone di sostenere gli interessi socio-professionali comuni all'intero settore ippico regionale, nei confronti degli interventi pubblici sia a livello locale che nazionale e comunitario; promuovere lo sviluppo ed il miglioramento delle comunicazioni e delle relazioni tra i partner della filiera e la pubblica amministrazione; svolgere attività di studio al fine di esprimere pareri sui progetti e sui provvedimenti normativi e legislativi riferiti all'ambito di competenza della filiera inerente il settore equino; attuare iniziative volte ad ottenere la valorizzazione e l'ottimizzazione della politica regionale e comunitaria in materia di aiuti allo sviluppo socio economico, particolarmente in zone rurali e in zone svantaggiate, favorendo la lotta alla disoccupazione ed alla esclusione sociale.
Sono soci della Filiera Ippica Toscana le associazioni o gli organismi collettivi, con personalità giuridica, gli enti di ricerca, gli enti di supporto al settore qualunque sia la loro forma giuridica, che svolgono una o più attività nel campo dello sviluppo, della valorizzazione, del miglioramento e utilizzazione del patrimonio equino della Toscana, le Società di Corse e le società di servizi al settore equino. FIT risulta quindi costituita dalle organizzazioni degli allevatori, degli utilizzatori, dei prestatori di servizi, della ricerca e formazione professionale e delle corse.

 
goldpharm.netbuy levitra online